Ultima modifica: 1 luglio 2016
Home > Galleria dei lavori > Laboratorio di Robotica

Laboratorio di Robotica

Il nostro istituto  organizza corsi di robotica per i propri studenti. Il Progetto propone la progettazione e realizzazione di prototipi ottenuti attraverso kit della LEGO MINDSTORMS. Si parte da una prima fase di realizzazione di robot in grado di muoversi e di rispondere a “stimoli” esterni quali suono, tocco, presenza di oggetti, luce.

 

La parola robot deriva dal ceco e significa “lavoro pesante”.

Il robot è una macchinarobot capace di compie determinate azioni in base ai comandi che gli vengono impartiti. Le azioni che esso svolge non sono controllate dall’uomo direttamente ma da un programma, a sua volta eseguito da un computer.

La robotica trova applicazione in ampi campi: industriale, biomedicale, spaziale, militare, domestico ecc…

Il laboratorio di robotica vuole essere una proposta didattica nuova che permette agli studenti di scoprire la scienza, la tecnologia e la matematica in modo divertente, coinvolgente e interattivo.

Per la realizzazione del progetto gli studenti sono uniti in piccoli gruppi di lavoro per costruire, programmare e collaudare veri e propri robot, abbinando le costruzioni Lego con la tecnologia LEGO MINDSTORMS Education NXT.

 

 

L’attività si articola in tre fasi:

  1. assemblare il proprio robot, seguendo le specifiche istruzioni;
  2. programmarlo al computer tramite il software LEGO MINDSTORMS Education NXT.  I dati dal computer vengono trasferiti alla componente centrale del robot mediante la porta USB o la connessione senza fili bluetooth;
  3.  l’ultima fase consiste nell’esecuzione del programma, verificando che il comportamento del robot corrisponda a quello previsto.

Caratteristiche del robot

 Il robot, alimentato da una batteria ricaricabile, comprende:

  • una componente centrale (NXT)  a forma di mattoncino, che memorizza i dati inviati dal computer;
  • tre servomotori interattivi che garantiscono che i movimenti dei robot siano fluidi e precisi;
  • quattro sensori collegati  via cavo a una porta di ingresso della componente centrale NXT e sono:
  1. il sensore di contatto – permette al robot di interagire con gli ostacoli dell’ambiente;
  2. il sensore di suono – consente di reagire ai livelli audio. Il sensore di suono è in grado di misurare livelli di pressione acustica fino a 90 dB;
  3. il sensore di luce – permette al robot di reagire alle variazioni del livello di luminosità e ai colori;
  4. il sensore ad ultrasuoni – consente al robot di misurare la distanza da un oggetto, evitare gli ostacoli e di reagire ai movimenti rilevati.

Prof. C. Di Michele

Io partecipo...

Relazione robotica Zanovello Chiara
Filename : robotica-chiara-zanovello-2.pdf (50 KB)
Etichetta : Relazione robotica Zanovello Chiara




Link vai su Top